Glossario Fotografico, scelta dei termini più complessi- LETTERA “A”

Aberrazione :

https://it.wikipedia.org/wiki/Aberrazione_(ottica)   Oltre che a imperfezioni dei componenti o dei materiali che costituiscono il sistema ottico, le aberrazioni possono esser dovute, in maniera più essenziale, al fatto che il sistema si allontana dalle condizioni dell’ottica parassiale, quando raccoglie raggi ad angoli grandi o li devia di molto (cosa che succede p.es. in ottiche grandangolari o con grande rapporto diametro/distanza focale). Possono essere ridotte, a volte quasi completamente eliminate, utilizzando materiali migliori, lavorando in modo particolare le ottiche, accoppiando molti componenti, ecc. In generale la correzione comporta un aumento dei costi di produzione.

In pratica un’immagine formata da un insieme di onde elettromagnetiche visibili può essere deviata, ridotta o aumentata o altro senza modificare le disposizioni relative delle singole onde. Ad esempio una foto può essere definita come una visione trasposta di una scena reale che rimane identica proporzionalmente e relativamente a sé stessa ma che poi può essere spostata in relazione all’esterno. Quando questo tipo di immagine “riportata” non è perfetta, congruente, fedele, non svolge al meglio la sua funzione di trasposizione spesso è perché sono presenti delle aberrazioni (anche intenzionali). Un po’ come quando parlando al telefono la voce è distorta.

Un elemento influenzante lo sviluppo dell’aberrazione è lo spessore del mezzo ottico attraversato dalla luce, dalla scomposizione di quest’ultima legata al fenomeno della rifrazione ed alla suddivisione nelle diverse lunghezze d’onda dei colori percepiti nel visibile.


  • Aberration
  • The inability of a lens to produce a perfect, sharp image, especially at the edge of the photo. 
     

ANGOLO 


Angolo di copertura
Per quanto riguarda gli obiettivi di grande formato: l’area dell’immagine massima della qualità utilizzabile che un determinato obiettivo può produrre (il cerchio dell’immagine). Conosciuto come l’angolo di copertura.
Punto di vista
L’angolo di campo è determinato dalla lunghezza focale dell’obiettivo. Un obiettivo grandangolare include più scene rispetto a un normale (obiettivo standard) o teleobiettivo. 


Apertura   L’apertura in una lente attraverso cui passa la luce per esporre il film. Le dimensioni dell’apertura sono solitamente calibrate in numeri f,   maggiore è il numero, minore è l’apertura dell’obiettivo, quindi più lento deve essere l’otturatore!
(vedi f-stop)


 Apocromatico (lente APO)
Correzione dell’obiettivo per le aberrazioni cromatiche in tutti e tre i colori primari. Molti produttori usano nomi diversi (ad esempio NIKON usa ED)


Artefatto : 
Degrado digitale indesiderato delle immagini (compressione dei file) causato da errori o limitazioni durante l’acquisizione o creati durante l’elaborazione, l’archiviazione o il trasporto.
(vedi JPEG & Lossy)



Veduta della Via Emilia  Cesena  Italia


Pizza e Pizzaiolo

Oggi ho avuto una bellissima esperienza in un ritratto realizzato un pizzaiolo di origine napoletana. Niente di più bello che vedere al lavoro un artigiano legata alla farina e a tutti gli ingredienti migliori che possono comporre una pizza.   Un grande divertimento nel dialogare e nell’assaggiare la qualità del cibo che diventa la bandiera di una nazione : l’Italia.   Non a caso da pomodoro rucola zucchine bianche abbiamo ricomposto i colori tipici dell’Italia ma nello stesso tempo abbiamo ricreato i migliori profumi e ingredienti che la connotano in tutto il mondo.   Il pizzaiolo a mostrato il proprio prodotto con grande orgoglio la fotografia rende merito per un lavoro millenario che sta ancora portando avanti oggi.  Canon 6D,  Zoom 24-105  Flash Canon 


Postproduzione limiti e prospettive

Difficile non parlare della fotografia e della postproduzione, non tanto dal punto di vista tecnico (troppi tutorial riempiono il web con consigli) ma analizzando l’ effetto compositivo e di creazione che da parecchi anni è possibile.

La cultura visiva è stata relegata a un concetto secondario per lasciare invece spazio a forme di maniera e troppo spesso a pochi contenuti. L’ immagine sembra essere non più meditata o da meditare e diventare un oggetto di consumo troppo breve per essere gustato.

Colpa del digitale? Non direi.  A ben vedere la tecnologia ha offerto molte più possibilità di elaborare idee e sogni di quanto non si potesse fare prima.

Strade pressochè infinite con sentieri e ramificazioni impensabili fino alla fine del secolo scorso.

E’ su questo percorso che inizierò a produrre immagini digitali che abbiano un sapore inusuale e che confondano l’ osservatore in una articolata lettura armoniosa e interessante.

Da oggi inizio con questo passaggio tra tradizione e futuro e sicuramente la stampa su carta sarà il degno finale per queste fotografie.

Tutte le fotografie sono stampate su tela fine art e sono consegnate su richiesta in telai da dipinti.  Il formato base è di cm 45 x cm 60 .  La tiratura è limitata e certificata in otto esemplari.

Using Format